Ultima modifica: 21/12/2016 or 21:50:16

Area educazionale - Le dermatiti allergiche da contatto

Le dermatiti allergiche da contatto (dac) sono affezioni cutanee pruriginose , caratterizzate da lesioni eczematose interessanti aree cutanee direttamente esposte a sostanze allergeniche. Tra tutte le manifestazioni cutanee diagnosticate nei reparti di dermatologia, le dac rappresentano il 5-15%. Circa il 11% dei lavoratori esposti ne è affetto. Per motivi sociali, abitudini e necessità di vita, la dac risulta più frequente nelle donne.

Sintomatologia

Le manifestazioni cliniche sono legate alle diverse caratteristiche della sostanza scatenante, al tipo di aptene e alla modalità di contatto. Le chiazze eczematose, pruriginose si presentano a livello delle regioni cutanee interessate dal contatto o a distanza, come lesioni uniche o multiple. La dac alterna periodi di miglioramento clinico a periodi di riacutizzazione delle lesioni, in rapporto ai contatti con l’aptene responsabile e alla cronicizzazione della malattia se non viene identificata ed eliminata la causa. La localizzazione più frequente è alle dita e alla regione dorsale delle mani e degli avambracci; meno frequenti sono le localizzazioni al volto (generalmente da cosmetici), alle regioni palmari, al tronco e agli arti inferiori. Nelle dac aerotrasmesse, le sedi interessate sono generalmente quelle scoperte. Possono essere interessate anche le mucose, come nelle stomatiti allergiche da contatto con prodotti igienici (paste dentifricie, soluzioni per uso locale) o con materiale di protesi dentarie. Le cheiliti allergiche da contatto di tipo eczematoso sono provocate dal contatto con vari cosmetici (rossetti per labbra, creme idratanti). Possono verificarsi anche lesioni a livello delle mucose genitali.

Diagnosi

Viene posta attraverso l’esecuzione dei PATCH TEST serie SIDAPA, indispensabile per l’identificazione dell’agente scatenante la sintomatologia allergica.

Terapia

Importante è evitare, quando possibile, il contatto con l’agente eziologico. La terapia comprende sia l’assunzione di antistaminici, che hanno un’attività sedativa sul prurito, che l’uso di creme idratanti e protettive o anche cortisoniche da applicare sulle zone interessate. I cortisonici per via generale sono impiegati solo nelle forme diffuse e acute della dac per brevi cicli.

Indietro