Ultima modifica: 21/12/2016 or 21:50:31

SPIROMETRIA

L'Asma e la BPCO (Bronco-Pneumatia Cronica Ostruttiva) sono malattie caratterizzate da un ostruzione dei bronchi con una limitazione del flusso respiratorio durante la fase dell'espirazione. La spirometria è un test semplice, indolore, di rapida esecuzione, riproducibile e ben correlabile al grado di ostruzione bronchiale; permette di misurare il respiro, cioè il volume di aria mobilizzato dall'apparato respiratorio e i flussi respiratori, di individuare la presenza di ostruzione delle vie respiratorie, di valutarne la gravità ed il grado di risposta ai farmaci. Una volta dimostrata la presenza di un ostruzione, per la diagnosi differenziale tra Asma e BPCO è fondamentale il riscontro della reversibilità dell'ostruzione dopo inalazione di un broncodilatatore: nell'Asma si ottiene una risoluzione completa o quasi dell'ostruzione, nella BPCO l'ostruzione è quasi sempre fissa. Tecnica dell'esame: Il paziente respira in un boccaglio monouso mantenendo le labbra serrate attorno ad esso, si applica una molletta stringinaso per evitare perdite d'aria, respira prima normalmente e poi esegue una inspirazione profonda e massimale seguita da un'espirazione forzata ed una nuova inspirazione rapida e massimale. Lo spirometro registra le varie misure del respiro e visualizza in grafici i volumi ed i flussi respiratori e confronta i risultati ottenuti con quelli teorici individuali fissati in base al sesso, all'età, al peso, all'altezza e alla razza. E' estremamente importante che il paziente venga istruito ad eseguire il test in maniera adeguata, e che il test venga ripetuto almeno tre volte per una buona riproducibilità.



Indietro